Dottorato di ricerca in Ingegneria per l'Innovazione e lo Sviluppo Sostenibile


< indietro

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

La figura formata dal Corso di Dottorato è caratterizzata dalla capacità di integrare le competenze specialistiche, maturate nei diversi ambiti del monitoraggio e della tutela ambientale, dell'analisi e prevenzione dei rischi naturali ed antropici, dell'integrazione fra tecnologie industriali innovative e ICT (Information and Communication Technologies), con una visione generale delle problematiche legate al tema dello sviluppo sostenibile e delle opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Pertanto, gli ambiti occupazionali e professionali nei quali si prevede la collocazione dei dottori di ricerca sono Università, Enti di ricerca pubblici o privati, settori industriali, organi tecnici centrali e periferici dello Stato, studi professionali e di consulenza, che necessitano di figure altamente qualificate per la progettazione, pianificazione e gestione di opere e sistemi di monitoraggio, osservazioni della Terra da piattaforme satellitari, risanamento ambientale, difesa del suolo, gestione dei rifiuti e delle materie prime, prevenzione e gestione dei rischi naturali ed antropici, indagini e progettazione geotecniche e strutturali, processi produttivi eco-sostenibili, sistemi per la distribuzione di beni e servizi, opere e sistemi per la mobilità individuale e collettiva, sistemi per l'acquisizione, il trattamento e la trasmissione dell'informazione.